BENVENUTO   ACCEDI   REGISTRATI
lista dei desideri Lista dei desideri (0)   separetor   la mia bibliotheka La mia Bibliotheka (0)   separetor   carrello Carrello (0)
logo
I figli del sogno

I figli del sogno

di Anacleto Bottoni

Collana: Narrativa
Genere: Memorie
Lingua: Italiano
Pubblicato: 23/02/2016



Libro: € 14,00

book
Formato: 14x21
Pagine: 304
ISBN: 9788869341328
eBook: € 4,99

ebook
Formato: ePub
Dimensioni: 15,6 Mb
ISBN: 9788869341335

Chi sono i figli del sogno? Tutti coloro che nacquero dopo la drammatica parentesi della II Guerra Mondiale, i frutti di quelle donne che, finalmente libere di votare democraticamente e consce dei loro diritti riversarono sui loro figli tutti i sogni rimasti chiusi nell’ermetico cassetto della dittatura fascista. Anacleto Bottoni è uno di quei figli.

Con questo romanzo ci racconta la sua vita, la passione per il lavoro di orafo che gli ha dato tante soddisfazioni (e tanti grattacapi), i suoi amori, le sue “incazzature” verso il sistema, i suoi incontri con volti, sguardi e persone, disseminati di ironia, spleen, amarezza e rimpianto, slanci vitali e furore.

I figli del sogno, però, è anche un atto d’amore di un uomo verso il suo lavoro (che lo ha portato a definirsi “artigiano con le ali”), è la storia personale che si fonde con quella universale, è la memoria di un tempo passato, presente e futuro che riesce a far ridere e commuovere, a far pensare e indignare, a farci ricordare quanto l’oggi sia ancorato ad un passato indelebile.

Ne fuoriesce un quadro disincantato della storia del nostro Paese che, partendo dagli anni bui del fascismo e dall’ancor più difficile ricostruzione postbellica, attraversa i tumultuosi giorni del ‘68, la controcultura degli anni ’70, l’edonismo degli ’80 e il ripiegamento interiore dell’ultimo trentennio.

L’autore ci accompagna in questa cavalcata travasando il particolare nell’universale, immortalando una Roma in cui borgate e centro storico, burini e snob, artisti e venditori ambulanti si rincorrono senza continuità e ci ricorda quanto vivere significhi sopravvivere e quanto ogni anelito di libertà debba fare i conti con una burocrazia che azzera la libera iniziativa e il desiderio di sognare.

Ecco allora che i figli del sogno di ieri, di cui Anacleto Bottoni è parte integrante, con la loro forza d’animo e il loro ottimismo, potranno essere gli unici a guardare al futuro con un sorriso capace di allontanare le nuvole all’orizzonte.

VALUTAZIONE MEDIA

4,5 in base alle valutazioni di 2 lettori
 
(1)
 
(1)
 
(0)
 
(0)
 
(0)

SCRIVI LA TUA RECENSIONE





La tua valutazione:

Il Bibliothekario, qualora dovesse ritenere inappropriati i contenuti, può non pubblicare la tua recensione.


BELLISSIMO
 
a cura di ANNA
26.ott.2016

UN LIBRO SCRITTO DA UN UOMO CHE HA TUTTA LA MIA AMMIRAZIONE E STIMA, CORAGGIOSO E TENACE, COMMOVENTE E SINCERO E CON CUI HO RISPECCHIATO ALCUNI ANNI DELLA MIA VITA-ANNI 70-80, CARI RICORDI. LIBRO REGALATOMI DA MIO FIGLIO CHE HA INTRAPRESO QUESTA ARTE MERAVIGLIOSA- ORAFO.

Da leggere
 
a cura di Francesco Pozone
13.set.2016

Ho letto questo libro questa estate e devo dire che mi ha favorevolmente colpito.
Il libro è autobiografico, i racconti dell'autore sono spunti di vita vissuta nella Roma del dopoguerra, quella Roma che viene descritta con la nostalgia che può avere soltanto chi ha vissuto gli anni della ricostruzione e del boom economico. Nei capitoli dedicati al collezionismo e a Porta Portese mi ci sono ritrovato, essendone anche io un vecchio frequentatore. Peccato per i molti errori di battitura.


Libri Collegati